Plumcake soffuce

Quantità per Per 6-8 persone – 1 stampo da plumcake 22 X 10 cm

• 150 gr di farina ’00

• 50 gr di fecola di patate

• 200 gr di yogurt all’albicocca senza pezzi (va bene anche yogurt bianco semplice)* a temperatura ambiente

• 3 uova grandi

• 160 gr di zucchero

• 100 ml di olio di semi di girasole

• 1 cucchiaino di estratto di vaniglia

• 1 limone non trattato

• 1 bustina di lievito per dolci

• 1 pizzico di sale

NOTE E CONSIGLI : *Se non avete lo yogurt all’albicocca, potete sostituirlo con uno alla pesca oppure con il  classico yogurt bianco, il risultato sarà comunque squisito. La cosa importante è che lo yogurt non sia freddo di frigo, ma sia a temperatura ambiente. Lasciatelo qualche ora in ambiente temperato. In inverno è perfetto anche vicino ai caloriferi. Come capire se lo yogurt ha la temperatura giusta? Se lo portate alle labbra, non deve risultare freddo! Lo yogurt freddo fa sgonfiare l’impasto! Quindi attenzione a questo passaggio! E otterrete un plumcake allo yogurt perfetto con una cupola alta e soffice! Per rendere il vostro plumcake allo yogurt ancora più goloso, potete aggiungere (appena l’impasto è pronto) 100 – 150 gr di gocce di cioccolato, oppure cioccolato in pezzi.

Procedimento:

Come fare il plumcake allo yogurt

Montate con l’aiuto di una planetaria o fruste elettriche, le uova con lo zucchero, il sale, la vaniglia e la buccia grattugiata del limone per almeno 5′ fino ad ottenere un composto spumoso, soffice e chiaro.

Aggiungete a filo l’olio, mentre continuate a montare il composto:

Trapianto capelli Turchia – #1 Esperti in

Autotrapianto

elithairtransplant.com

Ulteriori info

Annuncio chiuso da

Int. visual. ann.

Perché questo annuncio? 

Annuncio chiuso da

Int. visual. ann.

Perché questo annuncio? 

Già acquistato

Contenuto nascosto

Annuncio visto più volte

L’annuncio non mi interessa

Proveremo a non mostrare più questo annuncio

Proveremo a non mostrare più questo annuncio

Annuncio chiuso da

Annuncio chiuso da

Aggiungete 2 cucchiai di farina precedentemente setacciati insieme al lievito e alla fecola, montate a velocità bassa e aggiungete lo yogurt a cucchiaiate, continuando a montare a velocità bassa.

Infine aggiungete il resto della farina, montando sempre a velocità bassa, fino ad ottenere un composto vellutato.

Versate l’impasto del vostro plumcake allo yogurt in uno stampo apposito, precedentemente imburrato e infarinato:

Cuocete in forno statico ben caldo a 170° per 45′.

Non aprire il forno almeno per i primi 40′,altrimenti rischiate di far sgonfiare il plumcake.

Trascorso il tempo indicato, fate la prova cottura con uno stecchino, quest’ultimo deve risultare asciutto.

Sfornate e lasciate in forma per qualche minuto.

Sformate su una gratella e lasciate raffreddare bene il vostro Plumcake allo yogurt prima di gustarlo :

Il Plumcake allo yogurt, soffice e buonissimo accompagnerà deliziosamente le vostre prossime colazioni e merende!

Annuncio chiuso da

Int. visual. ann.Perché questo annuncio? 

Annuncio chiuso da

Int. visual. ann.Perché questo annuncio? 

Contenuto nascosto

Annuncio visto più volte

L’annuncio non mi interessa

Annuncio inappropriato

Proveremo a non mostrare più questo annuncio

Proveremo a non mostrare più questo annuncio

Annuncio chiuso da

Annuncio chiuso da

Zuppa di lenticchie »

« Pasta con crema di broccoli romani

Vedi commenti (194)

• Marianna says:
4 maggio 2017 at 18:18
Fatto!!! riuscito alla perfezione! il miglior plumcake che ho provato fino ad oggi, identico a quello del mulino bianco se non più buono!
5

• rossella says:
13 maggio 2017 at 17:52
Ciao Simona! ho fatto più volte questo plumcake allo yogurt ed è sempre un successo… volevo provarlo con uno yogurt alla fragola che ho in scadenza… che ne pensi? grazie
5


Simona Mirto says:
13 maggio 2017 at 19:15
Ciao Rossella! sono felicissima che il Plumcake sia stato un successo! Certo! puoi realizzarlo con lo yogurt che preferisci! Anche alla fragola :* un bacione!
5

• Rita says:
13 giugno 2017 at 10:06
Eccezionale! morbido e soffice, questo plumcake è il migliore mai provato!! perfetto!
5

• Fabiana says:
1 agosto 2017 at 05:45
Soffice, profumato, delicato e avvolgente! Davvero complimenti per questa ricetta come per tutte le altre. Finalmente qualcuno competente che condivide con altri le sue conoscenze. Con le tue ricette ricette e i tuoi preziosi consigli non si può sbagliare: risultati sempre garantiti! Grazie
5

• Chiara says:
3 settembre 2017 at 15:55
Ciao volevo chiederti un consiglio. Vorrei usare questa ricetta per fare un surprise plumcake con un cuore rosso all’interno! Pensavo di mettere da parte 1/3 dell’impasto e comprarlo per poi stenderlo su una teglia e copparlo. Secondo te può venir fuori bene? Dici che l’impasto bianco poi mi regge i cuoricini già cotti o risulterà troppo liquido? Grazie!!!
Chiara

• Marica says:
28 ottobre 2017 at 13:53
Buonissimo e super riuscito!

• MAURIZIA says:
7 dicembre 2017 at 23:23
Perchè va infornato a forno statico?
Con il ventilato non lievita?


Simona Mirto says:
12 dicembre 2017 at 09:18
Ciao Maurizia! Certo! puoi farlo anche con il ventilato! Occhio alla cottura :* segui tutto le indicazioni :**

• MAURIZIA says:
27 dicembre 2017 at 18:04
Con il ventilato che temperatura devo impostare e per quanto tempo devo tenerlo in forno?


Simona Mirto says:
28 dicembre 2017 at 06:04
Ciao Maurizia! Imposta a 150° – 160° il tempo più o meno dovrebbe essere invariato. Tieni sempre occhio alla cupola. Solo quando è bella piena allora il plumcake allo yogurt è pronto 😉

• Diddi says:
6 gennaio 2018 at 08:11
Fatto ieri sera, mangiato stamattina à colazione! É delizioso!!! Grazie per la ricetta!
5

• MAURIZIA says:
19 gennaio 2018 at 18:48
Cosa intendi per uva grosse, 1 uovo quanti grammi deve essere?

Lascia un commento

Aspetta! Leggi anche queste:


Vegan Pangoccioli senza uova, latte e burro


Migliaccio napoletano: Ricetta originale del dolce tipico di Carnevale


Ciambelle al forno soffici e profumate

ContattiPubblicitàSupporto tecnico

Top | Vedi la versione Non-AMP All Rights Reserved

Annunci

Insalata di cavolfiore e spinacini

Ho trovato questa ricetta di Martino Beria sul giornale di Naturasì e dopo aver fatto qualche piccola modifica posso dire che mi ha veramente soddisfatto!

Ingredienti per 4 persone:

400 g cavolfiore

200 g Spinacino

200 g soia edamame

20 g cipolla

50 g di noce

Per la salsa:

100 ml di yogurt di soia

succo di mezzo limone

sale fino, pepe nero, olio extravergine d’oliva

Tagliate il cavolfiore in piccoli alberelli e fatelo cuocere in una vaporiera per circa sette minuti. Spegnete il fuoco e mettere da parte a raffreddare.

Se stato utilizzando dei fagioli edamame già pronte e sciacquateli e scolateli per bene. Se utilizzate quelli surgelati, sbollentateli in acqua salata per circa 5-7 minuti.

Sciacquate le foglie di spinacino.

Tagliate la cipolla spicchi sottili e tritate una manciata di noci. Preparate una salsa a base di yogurt, sale, pepe, succo di limone e olio evo.

Unite gli ingredienti e conditeli con la salsa.

Pasta al pesto di rucola e cannellini

Ingredienti per 2 persone:

200 gr di pasta

1 mazzetto di rucola preferibilmente poco amara (40 gr circa)

1 spicchio di aglio

1 manciata di mandorle

1 manciata di anacardi

2 cucchiai di lievito alimentare in scaglie

100 gr di fagioli cannellini in barattolo

5/6 pomodorini ciliegino o qb di pomodori secchi (opzionale)

sale e pepe

Tenere da parte qualche fogliolina di rucola per decorare. Sciacquare le rimanenti, togliere i gambi più duri e mettere a bagno in acqua fredda. Sgocciolarle, asciugale e spezzettarle. Mettere nel mixer e unire 2 cucchiai di olio, l’aglio a pezzetti, le mandorle, gli anacardi, il lievito alimentare in scaglie, sale pepe.
Frullare e trasferire il pesto in una ciotola. Sgocciolare i cannellini e sciacquarli. Aggiungerli al pesto. Lavare e tagliare i pomodorini e unirli nella ciotola. Regolare di sale e pepe.
Diluire il pesto con 2-3 cucchiai di acqua di cottura e scolare la pasta al dente. Preparare i piatti e decorare con le foglie di rucola tenute da parte.

stella di natale al cioccolato

Questa é un ottima alternativa per le feste al posto del classico pandoro o panettone, verrà apprezzato da grandi e piccini!

Ottimo anche per la colazione, ma difficile farlo durare così tanto!!!

Ingredienti per l’impasto, stampo da 22 cm:

260 grammi di farina 00

40 grammi di  cacao

3 uova

80 ml di olio

200 grammi di zucchero

1 bustina di lievito per dolci

130 ml di latte di avena

1 bustina di vanillina

Per la decorazione finale:

2 cucchiai di crema spalmabile al cioccolato e nocciole

una manciata di scaglie di cioccolato

Sbattere con una frusta le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso, poi aggiungere gli altri ingredienti e lavorare l’impasto con le fruste fino ad ottenere un impasto morbido.

Imburrare uno stampo da 22 centimetri o usare lo stampo a stella di carta senza bisogno di imburrarlo.

Far cuocere il dolce a 180° forno statico per 35/40 minuti.

Fare la prova stecchino per capire se è cotto, sfornare e far raffreddare.

Quando si sarà freddato spalmare la crema al cioccolato sulla superficie e aggiungere le scagliette di cioccolato.

Sandwich di waffle salati con erba cipollina e semi di chia

Questa versione alternativa dei waffle si può proporre anche in una cena tra amici oppure ad un buffet perché é davvero sfiziosa sia per gli occhi per il palato!

Ingredienti per 2 persone:

1 uovo

125 gr di farina (io 100 di grano duro e 25 di mais fioretto)

80 gr di acqua

60 ml di latte d’avena

30 gr di olio evo

2 cucchiai di lievito alimentare in scaglie

4 gr di lievito istantaneo per torte salate

1 cucchiaio di semi di chia

Erba cipollina, prezzemolo e aglio granulare a piacere

Per comporre il sandwich:

3 cucchiai di spalmabile di soia (o philadelphia)

3 fette di affettato di seitan (o bresaola per i carnivori)

3 fette di formaggio vegetale (o cheddar)

rucola

Ungere con pochissimo olio le piastre e accendere la piastra per waffle.

Sbattere gli ingredienti con una frusta e aggiungere latte quanto basta per raggiungere una consistenza fluida ma non troppo liquida. Quando la piastra é calda versare due cucchiai di composto per volta e far cuocere per qualche minuto fino a quando il waffle diventa dorato.

Toglierlo con una paletta antiaderente e continuare fino a finire il composto. Io ho ottenuto 6 waffle.

Comporre il piatto spalmando su ogni waffle del formaggio spalmabile, aggiungere una fetta di affettato di seitan, una sottiletta vegetale e della rucola a pezzetti.

Tagliare in 4 e servire con una salsina preparata con yogurt di soia (magari colato), erba cipollina, sale.

Ovviamente con le piastre rettangolari escono anche più belli, effetto tramezzino assicurato!

Paccheri al pesto di melanzane

Ma si chiamerà pesto quando c’è qualcosa di cotto dentro? Con questo annoso quesito vi lascio questa ricettina gustosa!

Ingredienti per 2 persone:

4-5 fette di melanzane grigliate (altrimenti si può far cuocere una melanzana in forno e prenderne l’interno una volta cotta)

1 manciata di mandorle

5-6 foglie di basilico

1 cucchiaio di lievito alimentare in scaglie

4/5 pomodorini pachino

1 panetto di tofu

Olio, sale, pepe, paprika e curcuma.

Tagliare a cubetti il tofu e saltarlo in padella con olio, curcuma, paprika e poco sale. Metterlo da parte.

Frullare grossolanamente le melanzane grigliate con le mandorle, quindi versare il composto nella padella e saltarla con poco olio, i pachino tagliati in 2 e il lievito alimentare.

Aggiustare di sale.

Cuocere la pasta nell’acqua bollente, scolarla e ripassarla in padella con il condimento. Aggiungere il tofu saltato con la curcuma e servire.

Tofu alla mediterranea

Ho scoperto questo piatto andando al mio ristorante vegano preferito e ho deciso subito di provare a riprodurre la ricetta a casa perché é davvero veloce e sfiziosissima!

Ingredienti per 2 persone:

2 panetti quadrati di tofu

Una manciata di olive caserecce

8 pomodorini pachino tagliati in quattro

1/4 di cipolla rossa

Una manciata di mandorle pelate

1 cucchiaio scarso di capperi sotto sale

1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

Erbe secche miste per verdure

2 cucchiai di olio evo, sale.

Mettere in padella l’olio, le olive, i pachino e le cipolle ed iniziare a scaldare.

Frullare con il mixer ad immersione le mandorle con 1 o 2 pachino, qualche pezzetto di cipolla, i capperi e il concentrato di pomodoro. Aggiungere acqua sufficiente per rendere il composto morbido e poi aggiungerlo nella padella calda. Aggiungere il tofu tagliato a pezzettoni grandi 1 o 2 cm, le erbette secche e far cuocere aggiungendo eventualmente altra acqua o vino.

Regolare di sale 5 minuti prima di spegnere.

Pesto vegan di friggitelli

Il pesto é sempre una soddisfazione per il palato!!!

Ingredienti per 2 persone:

10 friggitelli verdi piccoli oppure 5 grandi

6 noci

1 spicchio d’aglio piccolo

10-15 foglie di basilico

1 cucchiaio di lievito alimentare in scaglie

olio evo, sale, acqua di cottura della pasta: tutto qb

2 cucchiaini di semi di girasole per servire

Lavare e pulire i friggitelli eliminando i semini, tagliarli a pezzetti e versarli in un contenitore alto. Aggiungere l’aglio, le noci, il basilico, il lievito, un pizzico di sale e l’olio extravergine di oliva. Frullare con il mixer a immersione. Aggiungere i semi di girasole. Condire la pasta o metterlo sui crostini.

Pesto fresco vegan al pomodoro e basilico

Una ricetta estiva fresca e veloce ma molto saporita!

Ingredienti per 2 persone:

1 pomodoro tondo a grappolo

1 manciata di mandorle pelate

1 manciata di foglie di basilico

1 cucchiaio di pinoli

1 cucchiaio di lievito alimentare in scaglie

Olio e sale qb

Mettere nel tritatutto gli ingredienti e frullare fino ad ottenere un composto abbastanza omogeneo, lasciando le mandorle un po’ grossolane.

Aggiustare di olio e sale e usare il pesto fresco per condire la pasta.

Io ho optato per i cavatappi integrali di farro.

Torta salata agli agretti

Gli agretti sono sempre difficili da declinare in ricette particolari, ancor più sfiziose… questa ricetta é super approvata anche da chi non ama gli agretti… decisamente promossa!

Ingredienti per la base:
200 gr farina integrale
50 gr di farina 0
130 ml circa di acqua frizzante
2 cucchiai di olio
sale qb

Ingredienti per il ripieno:
3 mazzetti di agretti bolliti in acqua salata
1 fetta di speck tagliata a dadini
2 uova
200 ml di panna di riso vegetale
sale qb

Setacciare la farina per arearla e rendere l’impasto più leggero, poi impastare gli ingredienti e formare una palla; avvolgerla con la pellicola e tenerla 20 minuti in frigo.

Scolare bene gli agretti, tagliarli in modo che risultino bocconi più piccoli, poi aggiungere lo speck e le uova sbattute con un pizzico di sale.

Stendere la base con il mattarello cercando di farla diventare abbastanza sottile, bucherellarla con una forchetta e poi versare l’impasto. Richiudere in dentro i bordi e poi infornare a 200 gradi per 40/50 minuti e comunque fino a doratura della base.