Paccheri con radicchio e salsa alle noci

Ho scoperto ultimamente una nuova rivista che si chiama WeVeg, questa è una ricetta presa da lì. Un tripudio di sapore per una ricetta facile e velocissima…
image

Ingredienti per 4 persone (abbondanti):
400 gr paccheri
2-3 cespi di radicchio tondo (io 2)
1 spicchio d’aglio
Olio, sale, pepe

Per la salsa alle noci:
10 noci
1 bicchiere circa di latte di soia (io di avena)
2 fette di pane in cassetta (io 4)
1/4 di uno spicchio d’aglio
Olio evo
Sale

Tagliare e lavare il radicchio, asciugarlo e farlo cuocere in un pentolino con 5 cucchiai di olio (io la metà) e lo spicchio di aglio.
Mettere a cuocere la pasta e preparare la salsa.
Ammollare le fette di pane nel latte e frullarle con le noci, un cucchiaio di olio, 1/4 di spicchio d’aglio escludendo l’anima, e un pizzico di sale.
Scolare i paccheri al dente condirli con il radicchio e la salsa e infornarli nel forno caldo per 20 minuti.
Alternativamente mescolare il radicchio alla salsa e con questa condire i paccheri e servire direttamente.

Muffin vegani all’acqua calda con cocco, cannella e gocce di cioccolato

Buonissimi e golosissimi… Nessuno ci crede quando dico che sono vegani e fatti con l’acqua calda!
image

Ingredienti per circa 9 muffin:

150 gr farina integrale
100 gr farina di cocco
120 gr di zucchero di canna
60 gr olio di mais
150 gr circa di acqua calda
6 gr di cremor tartaro o lievito per dolci
1 cucchiaino di bicarbonato
1/2 cucchiaino di cannella (secondo i gusti)
2 manciate di gocce di cioccolato

Mescoliamo tutti gli ingredienti solidi (e spolverizziamo bene con un colino sia il lievito che il bicarbonato), poi aggiungiamo l’olio e l’acqua calda necessaria per creare un composto morbido ma non troppo liquido (serviranno circa 150 gr).
Versiamo a cucchiaiate nei pirottini e poi mettiamo sopra ciascuno qualche goccia di cioccolato.
Inforniamo al livello più alto del forno a 180 gradi per 20-25 minuti, in forno statico con calore solo da sotto.
Controlliamo la cottura con uno stuzzicadenti.
Quando sono freddi o comunque prima di servirli spolveriamo sopra ciascuno zucchero a velo e cannella.

Polpettine vegan con okara e verdure

image

Ingredienti:
Okara di soia
Verdure cotte avanzate (in questo sto caso cicoria e broccoli neri)
1 fettina di formaggio vegan
Sale
Olio evo

Mescolare l’okara ottenuta per produrre il latte di soia con le verdure tagliate a pezzettini, il formaggio vegan sminuzzato e un pizzico di sale.
Formare delle palline e posizionarle su un foglio di carta forno oliato.
Oliare ogni polpettina con un goccio di olio e infornare a 200 gradi per 20 minuti. Girare a metà cottura.

Muffin al doppio cioccolato di Nigella

Nigella è sempre una garanzia!!!
image

Ingredienti (per 12/13 pezzi):
2 tazze di farina (circa 250 gr)
2 cucchiaini di lievito
2 cucchiai di cacao amaro
1/2 cucchiaino di bicarbonato
2 tazze scarse di zucchero (circa 175 gr)
1 tazza scarsa di gocce di cioccolato (150 gr)
1 tazza di latte (circa 250 ml), io di soia
1 tazza scarsa di olio di semi (90 ml circa)
1 cucchiaino di essenza di vaniglia
1 uovo

Mescolare insieme gli ingredienti solidi. Sbattere gli ingredienti liquidi e poi versarli su quelli solidi mescolando grossolanamente con un cucchiaio.
Non mescolare troppo perché se il composto rimarrà grumoso è meglio, in quanto i muffin risulteranno più soffici.
Versare a cucchiaiate il composto negli stampini per muffin riempiendoli per 3/4.
Cuocere per 20 minuti a 200 gradi.

Double Chocolate Chip Cookies

image

Questo è uno di quei comfort food che ognuno dovrebbe avere in casa al momento del bisogno… Portano via ogni tristezza!!!
La ricetta originale è di Alessandro Borghese, ma io ho modificato mettendo farina integrale, zucchero di canna e burro di soia.

Ingredienti:
200 gr cioccolato fondente
2 generose manciate di gocce di cioccolato
125 gr burro di soia
1 uovo
150 gr zucchero di canna
150 gr farina integrale
5 gr lievito
Vanillina

Sciogliere il burro e il cioccolato in un pentolino e far un po’ raffreddare.
Mescolare l’uovo con lo zucchero, poi aggiungere il cioccolato sciolto con il burro.
Aggiungere mescolando bene la farina, quindi ultimare aggiungendo vanillina e lievito.
Prendere delle cucchiaiate del composto e spalmarle bene sulla carta forma per formare dei biscotti ben distanziati, poi infornare a 180-200 gradi per 9 minuti a forno ventilato.

Ciambellone vegano alle nocciole e carote

Questa ricetta salta fuori dal libro “Tesoro salviamo i ragazzi” di Marco Bianchi: un interessante libro pubblicato a seguito del successo del programma televisivo di sky.
É uscito fuori un ciambellone gustoso e diverso dal solito!

Ingredienti:
150 gr di farina 0
100 gr di farina integrale (o di grano saraceno)
100 gr di zucchero integrale di canna
50 gr di olio di girasole
250 ml circa di succo di carota
200 gr di nocciole pelate e tritate
3 carote grattugiate
100 gr di cioccolato fondente
Buccia di un limone grattugiata
1 bustina di lievito
Spezie (Cannella e noce moscata)

Mescolare in una ciotola le farine, zucchero, lievito, buccia di limone, spezie. Aggiungere olio e poi succo di carota quanto basta affinché il composto risulti morbido.
Incorporare le nocciole tritate, le carote e il cioccolato fondente tagliato a pezzetti.
Oliare uno stampo a ciambella, coprire con un po’ di pane grattugiato e versare sopra l’impasto.
Infornare a 180 gradi per 40 minuti circa.

Spaghetti integrali al pesto di prezzemolo

In un vecchio numero di cucina naturale ho trovato questa bella ricetta che ho un po’ rielaborato per evitare i latticini (il pesto senza parmigiano… Si può faareee!!!!)

Ingredienti per due persone affamate:
– 200 gr di spaghetti integrali bio
– 2/3 cubi di spinaci scongelati e lessati (oppure avanzi già cotti e conditi vanno comunque bene)
– 3/4 noci
– 2 manciate di mandorle pelate (poi regolarsi a piacimento)
– 20 gr di foglie di prezzemolo lavato
– qualche cubetto di formaggio vegano
– 1 pezzetto di aglio (salvaguardiamo le amicizie ed evitiamo l’anima dell’aglio)
– olio e sale

Frullare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo, aggiungere eventualmente un po’ di acqua di cottura facendo attenzione a non esagerare poi con il sale.
Lessare gli spaghetti e condirli con il pesto.