Torta salata agli agretti

Gli agretti sono sempre difficili da declinare in ricette particolari, ancor più sfiziose… questa ricetta é super approvata anche da chi non ama gli agretti… decisamente promossa!

Ingredienti per la base:
200 gr farina integrale
50 gr di farina 0
130 ml circa di acqua frizzante
2 cucchiai di olio
sale qb

Ingredienti per il ripieno:
3 mazzetti di agretti bolliti in acqua salata
1 fetta di speck tagliata a dadini
2 uova
200 ml di panna di riso vegetale
sale qb

Setacciare la farina per arearla e rendere l’impasto più leggero, poi impastare gli ingredienti e formare una palla; avvolgerla con la pellicola e tenerla 20 minuti in frigo.

Scolare bene gli agretti, tagliarli in modo che risultino bocconi più piccoli, poi aggiungere lo speck e le uova sbattute con un pizzico di sale.

Stendere la base con il mattarello cercando di farla diventare abbastanza sottile, bucherellarla con una forchetta e poi versare l’impasto. Richiudere in dentro i bordi e poi infornare a 200 gradi per 40/50 minuti e comunque fino a doratura della base.

Biscotti Speculoos

Dovendo finire una confezione di burro vegetale ho provato a fare questi biscotti di cui mi ero innamorata in una vacanza in Grecia…

La ricetta é semplice e i biscotti sono buonissimi e fragranti e hanno quell’aria natalizia che invoglia a mangiarli con una bella tazza di tè speziato…

 

Ingredienti:

180 gr di Farina 0 o di farro 

75 gr di Burro vegetale o olio di girasole

130 gr Zucchero di canna integrale

5 gr di Bicarbonato 

1 cucchiaino di cannella

Zenzero in polvere qb 

20 gr circa di latte vegetale 

Impastare insirmevtutti gli ingredienti, poi formare una palla e lasciar riposare 30 minuti in frigorifero.

Poi prendere l’impasto e formare i biscotti della forma che si preferisce. Infornare per 7-9 minuti.

Far raffreddare su una gratella e poi conservare una volta freddi in un barattolo.

Torta Barozzi

​La Torta Barozzi è un dolce tipico della cucina emiliana, in particolare di Vignola. L’ho scoperto in una puntata di 4 ristoranti di Alessandro Borghese, e già l’ho rifatta un paio di volte perché é stata molto apprezzata e mi é stato chiesto un bel bis.

É una torta semplice, senza farina e senza lievito, che va cotta in uno stampo rettangolare e ovviamente rimane bassa non contenendo lievito.Viene avvolta quando é fredda nella carta stagnola, per poi tagliarla in quadratini quando si mangia.

Ingredienti per 6 persone:

80 gr burro (io di soia)
150 gr zucchero
4 uova
250 gr cioccolato fondente
60 gr arachidi non salati 
40 mandorle pelate
2 cucchiai caffè in polvere 
1 bicchierino di rum

Tritare le arachidi e le mandorle insieme.
Far fondere a bagnomaria il cioccolato con il burro e montare a neve ferma gli albumi. A parte, montare lo zucchero con i tuorli.
Unire poi le arachidi tritate, il caffè, il rum e mescolare.
Alla fine aggiungere il cioccolato fuso con il burro e mescolare. Incorporare gli albumi, mescolando delicatamente con movimenti dall’alto verso il basso.
Versare l’impasto in uno stampo rettangolare foderato con carta forno. Far cuocere a 180 °C per 30 minuti.

Besciamella light

​Questa ricetta é la rivisitazione vegan di una ricetta di arabafelice ed é stata una bella sorpresa! Buona e leggera non fa rimpiangere la sua versione originale, specialmente a chi come me proprio non riesce ad evitare i grumi di farina nella modalità classica. 

Ingredienti:

250 ml acqua
250 ml di latte vegetale
50 gr di farina 
sale, noce moscata

Mescolare in un pentolino abbastanza capiente acqua latte e un pizzico di sale, poi aggiungere a freddo la farina e mescolare bene con la frusta di acciaio per eliminare i grumi (usare rigorosamente la frusta per la riuscita!). Quindi spostarsi sul fornello e cuocere mescolando a fiamma medio/bassa fino al raggiungimento della consistenza desiderata. Appena spento aggiungere un pizzico di noce moscata ed aggiustare di sale.

Porridge di avena con frutta di Colin Campbell

Avevo spesso sentito parlare del porridge ma non avevo mai avuto il coraggio di farlo, poi iniziando ad avere l’esigenza di colazioni meno dolci mi sono cimentata in questa facilissima ricetta ed ho scoperto un mondo!

É una ricetta molto semplice e veloce, ed essendo calda é un’ottima colazione invernale.

La ricetta é della famiglia Campbell (The China Study), io in questo caso ho aggiunto un pizzico di cannella e devo dire che ci sta benissimo!!!

Ingredienti per 1 persona (abbondanti):

250 ml di acqua (io 200)
100 gr di fiocchi d’avena tradizionali (io 65)
40 gr di uvetta (io 20)
50 gr di mirtilli
75 gr di fragole tagliate a pezzetti
1 kiwi tagliato a fettine
1/2 banana tagliata a pezzetti
1/2 cucchiaino di sciroppo d’acero
1/2 cucchiaino di farina di semi di lino (facoltativo)
1 cucchiaino di noci (facoltativo)

Portare ad ebollizione l’acqua, aggiungere l’aveva e l’uvetta e mescolare. Cuocere fino a far addensare tutto (2-3 minuti).
Aggiungere gli altri ingredienti, poi versare in una ciotola e gustare, eventualmente aggiungendo poco latte vegetale .

Si può sostituire il tipo di frutta in base alle proprie preferenze, in questo caso ho scelto uva, mandorle ed un pizzico di cannella.

Gaufres di avena senza burro

Waffle, goffre o ferratelle… questo é il dilemma!!!

Queste gaufres non hanno nulla da invidiare a quelli pieni di burro e sono golosissimi!!!
Ingredienti per 3 persone:

1 uovo
100 gr di farina 0
50 gr farina di avena
1/2 bustina di lievito in polvere
1/2 cucchiaio di zucchero
1 pizzico di sale integrale
20 cl di latte

Sbattere l’uovo e poi aggiungere uno alla volta gli altri ingredienti sbattendoli con la frusta.
Senza bisogno di far riposare il composto iniziare subito a cuocere i gofre nell’apposito stampo.
Accompagnare con sciroppo d’acero, marmellata o cioccolato.

Pesto di zucchine

Il pesto è il classico salvapranzo di casa mia… io a volte lo congelo anche in piccoli contenitori per avere la dose per due persone, così si scongela con un po’ di acqua di cottura della pasta anche sul momento mentre cuoce la pasta. Questa ricetta è della fantastica proprietaria del blog la cucina della capra ed é così semplice e veloce che si può anche preparare sul momento! Ottima variante del classico pesto, assolutamente da provare!

Ingredienti per 2/3 persone:

una grossa zucchina chiara

una manciata di foglie di basilico fresche

2 cucchiai di mandorle

un cucchiaio di lievito alimentare in scaglie

uno spicchio di aglio

4 cucchiai di olio evo

sale

pepe

Procedimento: pulite la zucchina e tagliatela a pezzi, mettetela nel bicchiere del frullatore  a immersione assieme agli altri ingredienti e riducete ad una crema. Usate il pesto appena fatto per condire la pasta o per panini e tramezzini. Buon appetito!

Torta tiramisù vegan all’amaretto di Paola Maugeri

Questa ricetta è presa del libro “Las Vegans” di Paola Maugeri. A volte il libro é poco chiaro sulle quantità degli ingredienti ma comunque le ricette sono interessanti ed escono molto bene.

Questa ricetta ad esempio é stata apprezzata da tutti a ferragosto, é leggera ma davvero golosa!

Ingredienti:
Per la torta pan di Spagna:

300 gr di farina semi integrale (io farina 0)
300 gr malto di riso (io zucchero di canna)
200 gr circa di yogurt di soia al naturale (io 250 gr)
50/60 gr di olio di semi di girasole deodorato
2 bustine di lievito
Buccia di un limone bio
Mezzo cucchiaino di vaniglia in polvere
Un pizzico di sale marino integrale

(Opzionale: Se serve aggiungere latte di avena per rendere sufficentememte liquido il composto).

Per la farcitura:

Caffè d’orzo o yannoh 
Liquore all’amaretto o al caffè
Panna di soia vegan da montare
10 biscotti all’amaretto vegan tritati
Cacao amaro

Mescolare in una ciotola gli ingredienti solidi e in un altra quelli liquidi, poi unirli insieme.

Mettere il composto in una teglia di circa 26 cm di diametro e infornare per 35 minuti circa.

Preparare il caffè d’orzo e farlo raffreddare, aggiungere poi il liquore a piacere.

Montare con la frusta la panna di soia, poi aggiungere gli amaretti tritati.

Tagliare a metà il pan di spagna freddo, bagmarlo con il caffè d’orzo e fare un primo strato di farciutura di crema, poi mettere sopra l’altro disco, bagnarlo con il caffè e finire con la restante farcitura alla panna. Spolverare sopra il cacao amaro e far raffreddare in frigo per qualche ora, ancora meglio se si mangia il giorno dopo perché é ancora più buono! 

Muffin cioccolatosi vegan extrafondenti

Da tempo cercavo una ricetta di muffin vegani cioccolatosi e soffici come le ricette tradizionali e finalmente l’ho trovata sul bellissimo blog www.sugarless.it
image

Ingredienti per una teglia da 12 muffin:

150gr di farina 0
30gr di cacao amaro
20gr di farina di castagne
130gr di zucchero di canna
220ml di latte di soia
50 ml di olio di semi
1\2 cucchiaino di vaniglia
1\2 bustina di lievito in polvere
70gr di gocce di cioccolato.

Mescolare e setacciare farina, cacao e farina di castagne. Aggiungere lo zucchero, la vaniglia, 3/4 di gocce di cioccolato e infine il lievito setacciato. Mescolare bene e poi aggiungere il latte e l’olio. Amalgamare con una frusta e poi versare l’impasto nei pirottini. Aggiungere su ciascuno delle gocce di cioccolato e poi infornare a 180 gradi (forno statico con calore solo dal basso) per 25 minuti.
Golosi, soffici e belli alti, non fanno affatto rimpiangere quelli tradizionali, anzi! Una garanzia!!!
Per una piacevole variante aggiungere nell’impasto dei pezzetti di pera.

Zeppole di San Giuseppe con latte di riso

Non mangiando i latticini risulta un po’ difficile festeggiare alcune festività con i dolci classici, ma questa versione Lattosio Free delle zeppole di San Giuseppe é veramente eccezionale, buonissima e leggera. Ho sempre trovato la crema pasticcera un po’ pesante e faticavo a mangiarla dopo il primo assaggio, invece questa versione con il latte di riso l’abbiamo trovata tutti in casa golosa e leggerissima!!!

image

Ingredienti per 10 zeppole medio-grandi:
10 zeppole vuote (la ricetta prossimamente, oppure si possono comprare vuote confezionate)
10 amarene sciroppate
Zucchero a velo

Per la crema pasticcera:

750 ml di latte di riso
6 tuorli
180 di zucchero semolato
60 gr di maizena ( in alternativa farina 00)
 buccia di limone (o vaniglia)

Portare ad ebollizione il latte di riso in una pentola con 4 listarelle di buccia del limone tagliate con il pelapatate (così si evita la parte bianca che é amara) e quando raggiunge l’ebollizione togliere dal fuoco.
Intanto sbattere i tuorli con lo zucchero ed aggiungere l’amico di mais setacciato con un colino. Versare piano il latte usando il colino e mescolare, poi riversare nella pentola e rimettere sul fuoco.
Mescolare con una frusta a mano fino a quando la crema non si addenserà e lasciare qualche altro minuto sul fuoco sempre mescolando.
Coprire con la pellicola per togliere l’aria a contatto della crema e far raffreddare.

Tagliare le zeppole a metà (se le abbiamo comprate pronte farle asciugare un paio di minuti nel forno, e poi farle raffreddare).
Riempire la sac a poche con la crema fredda e poi riempire l’interno delle zeppole, chiuderle e mettere un po’ di crema sopra ognuna.

Decorare con un amarena e con lo zucchero a velo.
Mettere in frigo per qualche ora.