Paccheri al pesto di melanzane

Ma si chiamerà pesto quando c’è qualcosa di cotto dentro? Con questo annoso quesito vi lascio questa ricettina gustosa!

Ingredienti per 2 persone:

4-5 fette di melanzane grigliate (altrimenti si può far cuocere una melanzana in forno e prenderne l’interno una volta cotta)

1 manciata di mandorle

5-6 foglie di basilico

1 cucchiaio di lievito alimentare in scaglie

4/5 pomodorini pachino

1 panetto di tofu

Olio, sale, pepe, paprika e curcuma.

Tagliare a cubetti il tofu e saltarlo in padella con olio, curcuma, paprika e poco sale. Metterlo da parte.

Frullare grossolanamente le melanzane grigliate con le mandorle, quindi versare il composto nella padella e saltarla con poco olio, i pachino tagliati in 2 e il lievito alimentare.

Aggiustare di sale.

Cuocere la pasta nell’acqua bollente, scolarla e ripassarla in padella con il condimento. Aggiungere il tofu saltato con la curcuma e servire.

Pesto vegan di friggitelli

Il pesto é sempre una soddisfazione per il palato!!!

Ingredienti per 2 persone:

10 friggitelli verdi piccoli oppure 5 grandi

6 noci

1 spicchio d’aglio piccolo

10-15 foglie di basilico

1 cucchiaio di lievito alimentare in scaglie

olio evo, sale, acqua di cottura della pasta: tutto qb

2 cucchiaini di semi di girasole per servire

Lavare e pulire i friggitelli eliminando i semini, tagliarli a pezzetti e versarli in un contenitore alto. Aggiungere l’aglio, le noci, il basilico, il lievito, un pizzico di sale e l’olio extravergine di oliva. Frullare con il mixer a immersione. Aggiungere i semi di girasole. Condire la pasta o metterlo sui crostini.

Pesto fresco vegan al pomodoro e basilico

Una ricetta estiva fresca e veloce ma molto saporita!

Ingredienti per 2 persone:

1 pomodoro tondo a grappolo

1 manciata di mandorle pelate

1 manciata di foglie di basilico

1 cucchiaio di pinoli

1 cucchiaio di lievito alimentare in scaglie

Olio e sale qb

Mettere nel tritatutto gli ingredienti e frullare fino ad ottenere un composto abbastanza omogeneo, lasciando le mandorle un po’ grossolane.

Aggiustare di olio e sale e usare il pesto fresco per condire la pasta.

Io ho optato per i cavatappi integrali di farro.

Ragù di soia

Come vincere la tristezza di una giornata monotona e faticosa? Con un bel ragù di soia!

Ingredienti per 6/7 porzioni:

100/150 gr di fiocchi di soia
700gr passata di pomodoro
1/2 cipolla
1/2 gambo di sedano
1 carota
1 dado vegetale
1 foglia di alloro
Erbette secche miste (io porro, prezzemolo, sedano)
1/2cucchiaino di paprika dolce
1 pizzico di peperoncino
Sale e olio evo

Far bollire per 10 minuti i fiocchi di soia nel brodo vegetale fatto con il dado,poi scolare e strizzare bene.

Fare un soffritto con olio, cipolla, sedano e carota e far rosolare per qualche minuto, poi aggiungere i fiocchi di soia e far insaporire per qualche altro minuto, aggiungendo il vino bianco. Aggiungere la passata e far cuocere per almeno 1 ora e 1/2. 10 minuti prima di spegnere regolare con il sale, le spezie e la foglia di alloro da rimuovere a fine cottura.

Pasta al forno con sugo di melanzane

Cosa potrei fare con quel sugo di melanzane congelato da un po’ di tempo? Ecco come rivisitare un semplice sughetto!

Ingredienti per 4/5 persone:

500 gr di pasta corta tipo maccheroni o rigatoni
5/6 fettine di Mozzarella di riso
1 cucchiaio di lievito alimentare in scaglie

Per il sugo:

700 ml di passata di pomodoro
1 melanzana
1 spicchio d’aglio
Acqua qb
Olio, sale, peperoncino, erbette secche a piacere (io ho usato porro, sedano, prezzemolo)

per la besciamella light:

250 ml acqua
250 ml di latte vegetale (io latte di sorgo)
sale, noce moscata

Preparare il sugo facendo cuocere la melanzana con un filo di olio e peperoncino, poi aggiungere la passata, mezzo bicchiere circa di acqua e continuare la cottura. Pochi minuti prima di spegnere aggiungere le erbette secche e regolare di sale.

Preparare la besciamella light: questa ricetta é la rivisitazione vegan di una ricetta di arabafelice ed é stata una bella sorpresa! Buona e leggera non fa rimpiangere la sua versione originale, specialmente a chi come me proprio non riesce ad evitare i grumi nella modalità classica. 
Mescolare in un pentolino abbastanza capiente acqua latte e un pizzico di sale, poi aggiungere la farina e mescolare bene con la frusta per eliminare i grumi. Quindi spostarsi sul fornello e cuocere mescolando a fiamma medio/bassa fino al raggiungimento della consistenza desiderata. Appena spento aggiungere un pizzico di noce moscata ed aggiustare di sale.

Adesso occorre solo assemblare il tutto! Portare ad ebollizione l’acqua  e far cuocere la pasta al dente (io l’ho scolata 1 minuto prima). Scolare e condire con il sugo.

Oliare una teglia (io in pyrex) e aggiungere la pasta condita con il sugo. Versare sopra qualche cucchiaiata di besciamella e qualche cubetto di mozzarella di riso, poi aggiungere la pasta rimanente e versare sopra ancora la  besciamella e la mozzarisella. Prima di infornare spolverare sopra un po’ di lievito alimentare in scaglie (darà il sapore un po’ formaggioso del parmigiano) e poco pangrattato per creare la doratura croccante.

Infornare a 200 gradi nel forno già caldo con calore statico sia sopra che sotto per 15 minuti (io ho fatto metà dose e ho usato il fornetto DeLonghi), poi altri 5 minuti di grill.
Togliere dal forno e far riposare per 5 minuti prima di servire.

Se la provate fatemi sapere…
Non vi deluderà, noi ci siamo leccati i baffi!!!

Pesto di zucchine

Il pesto è il classico salvapranzo di casa mia… io a volte lo congelo anche in piccoli contenitori per avere la dose per due persone, così si scongela con un po’ di acqua di cottura della pasta anche sul momento mentre cuoce la pasta. Questa ricetta è della fantastica proprietaria del blog la cucina della capra ed é così semplice e veloce che si può anche preparare sul momento! Ottima variante del classico pesto, assolutamente da provare!

Ingredienti per 2/3 persone:

una grossa zucchina chiara

una manciata di foglie di basilico fresche

2 cucchiai di mandorle

un cucchiaio di lievito alimentare in scaglie

uno spicchio di aglio

4 cucchiai di olio evo

sale

pepe

Procedimento: pulite la zucchina e tagliatela a pezzi, mettetela nel bicchiere del frullatore  a immersione assieme agli altri ingredienti e riducete ad una crema. Usate il pesto appena fatto per condire la pasta o per panini e tramezzini. Buon appetito!

Pasta al pesto trapanese

Ingredienti per 4 persone:
400 gr di pasta (io fusilli integrali)
Un mazzetto di basilico
15/20 pachino (o 6 pomodori maturi)
100 gr mandorle
1 spicchio di aglio senza anima

Metrere a bollire l’acqua, lavare i pachino e fare su ciascuno una croce sulla pelle, poi sbollentarli per 2 minuti.

Scolarli con un mestolo e versarli in un recipiente pieno di acqua fredda.

Aggiungere la pasta nell’acqua e farla cuocere, intanto spillare i pachino e tagliarli a cubetti.

Tritare con il mixer le foglie di basilico insieme al sale, le mandorle e un po’ di acqua di cottura. Aggiungere l’olio e i pomodori tagliati a pezzetti. Aggiungere eventualmente un altro po’ di acqua di cottura, scolare la pasta e condirlo con il pesto.

Pasta al pesto di lupini

Sfiziosa e veloce da fare questa ricetta di Gabri de La forchetta rossa.
Io ho cambiato qualcosa per venire incontro ai gusti della casa ed é stata molto apprezzata!
image

Ingredienti per due persone:
180 gr di pasta lunga integrale
60 g di lupini sbucciati
3-4 pomodori secchi tagliati a pezzetti
1/2 cucchiaino di capperi sotto sale
olio evo
acqua della pasta

Mettere nel mixer i lupini, metà pomodori secchi, un filo di olio e i capperi e frullare aggiungendo acqua di cottura della pasta fino al raggiungimento della consistenza desiderata. Aggiungere mezzo cucchiaino di curcuma e l’altra metà dei pomodori secchi tagliati e messi da parte.

Poi far saltare in padella con un filo di olio 2 zucchine tagliate a dadini con un cipollotto fresco (sia la parte bianca che quella verde) e salare alla fine.

Scolare la pasta e condirla con il pesto, quindi aggiungere le zucchine tagliate a dadini e servire.

Pesto di foglie di carote

Il pesto é la mia passione ma ho scoperto che é possibile farlo in mille varianti… una di queste é fatta con le foglie di carote ed é una versione molto simile al pesto fatto con il basilico ma più aromatica (le foglie di carota sono vagamente piccanti).
Per chi ama il pesto è assolutamente da provare, anche solo per non sprecare le foglie di carote se le abbiamo in casa!
A casa lo preferiamo addirittura al pesto tradizionale e lo teniamo in congelatore per averlo sempre a disposizione… é sfiziosissimo e ovviamente molto più buono del pesto comprato!
image

Dose x 5-6 persone:

50 g di foglioline di carota
20 g di pinoli
20-30 g mandorle spellate (oppure anacardi)
1 cucchiaio di parmigiano vegan (si può omettere)
olio extravergine d’oliva qb
1/2 spicchio di aglio senza anima
sale

Tagliare le cime delle carote, lavarle e staccare le foglioline. Poi iniziare a frullarle con il frullatore o il mixer per una prima tritata.
Aggiungere poi tutti gli altri ingredienti e continuare a tritare, quindi aggiungere l’olio a piacere senza esagerare mantenendo comunque il pesto abbastanza compatto.

Poi cuocere la pasta e conservare un po’ di acqua di cottura. Scolarla e sul fondo della pentola versare una cucchiaiata di pesto a cui aggiungeremo un po’ di acqua di cottura per raggiungere la consistenza desiderata.
Aggiungere la pasta e mescolare bene.

Paccheri ai cavolfiori con pomodori confit

Appena ho visto questa ricetta nel programma di Alessandro Borghese ho deciso di riproporla a casa, ovviamente con qualche piccola modifica… buonissima!!!

image

Ingredienti per 4 persone:
400 gr di paccheri
1 cavolfiore grande
1 cucchiaio di lievito alimentare in scaglie
Prezzemolo qb
15 pomodori datterini  altrimenti 3 pomodori secchi
1/2 spicchio di aglio o aglio in polvere
1 fetta di pane a dadini
Olio sale peperoncino e curcuma
1 alice (opzionale)

Tagliare a metà i datterini e metterli su una teglia, aggiungere zucchero sale, timo e olio e mettere in forno x 3 ore per far appassire. Prendere le cime del cavolfiore e farle sbollentare in acqua (con una punta di aceto per non impestare casa di puzza) fino a quando non risultino morbide, poi scolare e frullare.
Tritare il prezzemolo e aggiungerlo al composto insieme alle spezie, aglio e aggiustare di sale. Far tostare il pane tagliato a dadini in padella con olio e 1 alice.
Aggiungere se serve un po’ di acqua di cottura nel composto e poi condire i paccheri, aggiungere i pomodori confit o quelli secchi tagliati a listarelle e mettere sopra i dadini di pane tostato.