Torta salata agli agretti

Gli agretti sono sempre difficili da declinare in ricette particolari, ancor più sfiziose… questa ricetta é super approvata anche da chi non ama gli agretti… decisamente promossa!

Ingredienti per la base:
200 gr farina integrale
50 gr di farina 0
130 ml circa di acqua frizzante
2 cucchiai di olio
sale qb

Ingredienti per il ripieno:
3 mazzetti di agretti bolliti in acqua salata
1 fetta di speck tagliata a dadini
2 uova
200 ml di panna di riso vegetale
sale qb

Setacciare la farina per arearla e rendere l’impasto più leggero, poi impastare gli ingredienti e formare una palla; avvolgerla con la pellicola e tenerla 20 minuti in frigo.

Scolare bene gli agretti, tagliarli in modo che risultino bocconi più piccoli, poi aggiungere lo speck e le uova sbattute con un pizzico di sale.

Stendere la base con il mattarello cercando di farla diventare abbastanza sottile, bucherellarla con una forchetta e poi versare l’impasto. Richiudere in dentro i bordi e poi infornare a 200 gradi per 40/50 minuti e comunque fino a doratura della base.

Ragù di soia

Come vincere la tristezza di una giornata monotona e faticosa? Con un bel ragù di soia!

Ingredienti per 6/7 porzioni:

100/150 gr di fiocchi di soia
700gr passata di pomodoro
1/2 cipolla
1/2 gambo di sedano
1 carota
1 dado vegetale
1 foglia di alloro
Erbette secche miste (io porro, prezzemolo, sedano)
1/2cucchiaino di paprika dolce
1 pizzico di peperoncino
Sale e olio evo

Far bollire per 10 minuti i fiocchi di soia nel brodo vegetale fatto con il dado,poi scolare e strizzare bene.

Fare un soffritto con olio, cipolla, sedano e carota e far rosolare per qualche minuto, poi aggiungere i fiocchi di soia e far insaporire per qualche altro minuto, aggiungendo il vino bianco. Aggiungere la passata e far cuocere per almeno 1 ora e 1/2. 10 minuti prima di spegnere regolare con il sale, le spezie e la foglia di alloro da rimuovere a fine cottura.

Torta Barozzi

​La Torta Barozzi è un dolce tipico della cucina emiliana, in particolare di Vignola. L’ho scoperto in una puntata di 4 ristoranti di Alessandro Borghese, e già l’ho rifatta un paio di volte perché é stata molto apprezzata e mi é stato chiesto un bel bis.

É una torta semplice, senza farina e senza lievito, che va cotta in uno stampo rettangolare e ovviamente rimane bassa non contenendo lievito.Viene avvolta quando é fredda nella carta stagnola, per poi tagliarla in quadratini quando si mangia.

Ingredienti per 6 persone:

80 gr burro (io di soia)
150 gr zucchero
4 uova
250 gr cioccolato fondente
60 gr arachidi non salati 
40 mandorle pelate
2 cucchiai caffè in polvere 
1 bicchierino di rum

Tritare le arachidi e le mandorle insieme.
Far fondere a bagnomaria il cioccolato con il burro e montare a neve ferma gli albumi. A parte, montare lo zucchero con i tuorli.
Unire poi le arachidi tritate, il caffè, il rum e mescolare.
Alla fine aggiungere il cioccolato fuso con il burro e mescolare. Incorporare gli albumi, mescolando delicatamente con movimenti dall’alto verso il basso.
Versare l’impasto in uno stampo rettangolare foderato con carta forno. Far cuocere a 180 °C per 30 minuti.

Besciamella light

​Questa ricetta é la rivisitazione vegan di una ricetta di arabafelice ed é stata una bella sorpresa! Buona e leggera non fa rimpiangere la sua versione originale, specialmente a chi come me proprio non riesce ad evitare i grumi di farina nella modalità classica. 

Ingredienti:

250 ml acqua
250 ml di latte vegetale
50 gr di farina 
sale, noce moscata

Mescolare in un pentolino abbastanza capiente acqua latte e un pizzico di sale, poi aggiungere a freddo la farina e mescolare bene con la frusta di acciaio per eliminare i grumi (usare rigorosamente la frusta per la riuscita!). Quindi spostarsi sul fornello e cuocere mescolando a fiamma medio/bassa fino al raggiungimento della consistenza desiderata. Appena spento aggiungere un pizzico di noce moscata ed aggiustare di sale.

Pasta al forno con sugo di melanzane

Cosa potrei fare con quel sugo di melanzane congelato da un po’ di tempo? Ecco come rivisitare un semplice sughetto!

Ingredienti per 4/5 persone:

500 gr di pasta corta tipo maccheroni o rigatoni
5/6 fettine di Mozzarella di riso
1 cucchiaio di lievito alimentare in scaglie

Per il sugo:

700 ml di passata di pomodoro
1 melanzana
1 spicchio d’aglio
Acqua qb
Olio, sale, peperoncino, erbette secche a piacere (io ho usato porro, sedano, prezzemolo)

per la besciamella light:

250 ml acqua
250 ml di latte vegetale (io latte di sorgo)
sale, noce moscata

Preparare il sugo facendo cuocere la melanzana con un filo di olio e peperoncino, poi aggiungere la passata, mezzo bicchiere circa di acqua e continuare la cottura. Pochi minuti prima di spegnere aggiungere le erbette secche e regolare di sale.

Preparare la besciamella light: questa ricetta é la rivisitazione vegan di una ricetta di arabafelice ed é stata una bella sorpresa! Buona e leggera non fa rimpiangere la sua versione originale, specialmente a chi come me proprio non riesce ad evitare i grumi nella modalità classica. 
Mescolare in un pentolino abbastanza capiente acqua latte e un pizzico di sale, poi aggiungere la farina e mescolare bene con la frusta per eliminare i grumi. Quindi spostarsi sul fornello e cuocere mescolando a fiamma medio/bassa fino al raggiungimento della consistenza desiderata. Appena spento aggiungere un pizzico di noce moscata ed aggiustare di sale.

Adesso occorre solo assemblare il tutto! Portare ad ebollizione l’acqua  e far cuocere la pasta al dente (io l’ho scolata 1 minuto prima). Scolare e condire con il sugo.

Oliare una teglia (io in pyrex) e aggiungere la pasta condita con il sugo. Versare sopra qualche cucchiaiata di besciamella e qualche cubetto di mozzarella di riso, poi aggiungere la pasta rimanente e versare sopra ancora la  besciamella e la mozzarisella. Prima di infornare spolverare sopra un po’ di lievito alimentare in scaglie (darà il sapore un po’ formaggioso del parmigiano) e poco pangrattato per creare la doratura croccante.

Infornare a 200 gradi nel forno già caldo con calore statico sia sopra che sotto per 15 minuti (io ho fatto metà dose e ho usato il fornetto DeLonghi), poi altri 5 minuti di grill.
Togliere dal forno e far riposare per 5 minuti prima di servire.

Se la provate fatemi sapere…
Non vi deluderà, noi ci siamo leccati i baffi!!!

Gaufres di avena senza burro

Waffle, goffre o ferratelle… questo é il dilemma!!!

Queste gaufres non hanno nulla da invidiare a quelli pieni di burro e sono golosissimi!!!
Ingredienti per 3 persone:

1 uovo
100 gr di farina 0
50 gr farina di avena
1/2 bustina di lievito in polvere
1/2 cucchiaio di zucchero
1 pizzico di sale integrale
20 cl di latte

Sbattere l’uovo e poi aggiungere uno alla volta gli altri ingredienti sbattendoli con la frusta.
Senza bisogno di far riposare il composto iniziare subito a cuocere i gofre nell’apposito stampo.
Accompagnare con sciroppo d’acero, marmellata o cioccolato.

Champignon ripieni

Quanto amo i funghi!!! Questa ricetta è veramente sfiziosa ed é tratta dal numero di giugno 2016 di Vegetariani in cucina.

Ingredienti per 3 persone:

6 funghi champignon grandi
1 carota
1 cipolla bianca
1/4 di peperone
1 spicchio d’aglio
1/2 bicchiere di vino bianco
2 fettine di formaggio grattugiato (io mozzarella di riso tagliata a dadini)
Olio evo, sale e pepe

Staccare il gambo dei funghi dal cappello e poi pulire questi ultimi con un foglio di scottex umido. Metterli quindi in una teglia unta con olio e con poco vino, poi prendere i gambi e togliere la parte terrosa. Tagliare a dadini i gambi insieme ad uno spicchio d’aglio, una carota, una cipolla e 1/4 di peperone rosso. Scaldare una padella con un filo d’olio e cuocere il composto. Aggiustare di sale e pepe.

Salare l’interno dei cappelli e poi riempirli con il composto preparato. Infornare per 30 minuti a 180 gradi. Aggiungere la mozzarisella tagliata a dadini e infornare per altri 5 minuti.

Muffin salati peperoni e olive

Come non amare anche i muffin salati? Per un antipasto sfizioso non c’è nulla di meglio!

Ingredienti:

​1 uovo 
1 peperone rosso
20 grammi di olio evo 
120 grammi di farina di riso 
latte di avena qb (circa un bicchiere)
1 bustina di lievito per salati
sale, pepe qb.

Tagliare i peperoni a cubetti e dorarli in padella con sale pepe e olio. Poi amalgamare i cubetti di peperone con le uova sbattute, il latte e l’olio. Aggiungere la farina di riso, il lievito e il latte quanto basta oer rebdere omogeneo e fluido. Aggiungere le olive snocciolate e spezzettare ed infornare per curca 20 minuti a 180 gradi.

Blinis di ricotta e zucchine

Da tempo volevo provare questa ricetta russa e finalmente l’altra sera avevo gli ingredienti a portata di mano e la voglia di cimentarmi… è una ricetta semplicissima e molto sfiziosa!
image

Ingredienti per 3/4 persone:
3 zucchine medie
3 uova intere
200 ml latte (io di riso)
150 gr di farina (io 100 di scena e 50 farina di tipo 2)
50 gr di ricotta (io di soia della valsoia)
foglie di menta
erba cipollina
aglio
sale e olio

Tritare le zucchine grossolanamente (ancora meglio sarebbe tagliarle a julienne) e poi strizzarle con le mani o con un canovaccio per togliere l’acqua in eccesso.
Sbattere le uova e aggiungere la ricotta, il latte, la farina setacciata, l’aglio e le erbette. Quando la pastella é omogenea aggiungere le zucchine.
Scaldare una padella antiaderente con un filo di olio e versare 4 abbondanti cucchiai in punti diversi, in modo da formare quattro blinis separati.
Dopo qualche minuto girare ognuno con una paletta e far cuocere dall’altro lato. Continuare così fino alla fine della pastella.
Io per velocizzare ho usato due padelle, ma esiste anche lo stampo o la padella per blinis per farli perfetti!
Si possono servire con una salsina allo yogurt ma anche al naturale sono buonissimi.

Mini Cotolette di Daikon

Avevo visto qualche giorno fa una ricetta simile fatta con la rapa, ma puntualmente ho perso la ricetta quindi mi sono attrezzata con gli ingredienti che avevo in casa… sfiziose!

image

1 daikon
1 uovo
Pangrattato
Farina di mais
spezie secche a piacere (porro, erba cipollina etc.)

Tagliare a dette di 7 millimetri circa il daikon e mettere in acqua bollente ben salata fino a quando non risulta morbido. Preparare l’uovo sbattuto in una ciotola e in un’altra pangrattato, farina di mais, sale e spezie secche.
Scolare e far raffreddare, poi imparare prima nell’uovo e poi nel pangrattato. Poi di nuovo uovo e pangrattato.
Cuocere in una padella leggermente oliata oppure in forno su un foglio di carta forno oliato.
Servire calde.