Pasta al forno con sugo di melanzane

Cosa potrei fare con quel sugo di melanzane congelato da un po’ di tempo? Ecco come rivisitare un semplice sughetto!

Ingredienti per 4/5 persone:

500 gr di pasta corta tipo maccheroni o rigatoni
5/6 fettine di Mozzarella di riso
1 cucchiaio di lievito alimentare in scaglie

Per il sugo:

700 ml di passata di pomodoro
1 melanzana
1 spicchio d’aglio
Acqua qb
Olio, sale, peperoncino, erbette secche a piacere (io ho usato porro, sedano, prezzemolo)

per la besciamella light:

250 ml acqua
250 ml di latte vegetale (io latte di sorgo)
sale, noce moscata

Preparare il sugo facendo cuocere la melanzana con un filo di olio e peperoncino, poi aggiungere la passata, mezzo bicchiere circa di acqua e continuare la cottura. Pochi minuti prima di spegnere aggiungere le erbette secche e regolare di sale.

Preparare la besciamella light: questa ricetta é la rivisitazione vegan di una ricetta di arabafelice ed é stata una bella sorpresa! Buona e leggera non fa rimpiangere la sua versione originale, specialmente a chi come me proprio non riesce ad evitare i grumi nella modalità classica. 
Mescolare in un pentolino abbastanza capiente acqua latte e un pizzico di sale, poi aggiungere la farina e mescolare bene con la frusta per eliminare i grumi. Quindi spostarsi sul fornello e cuocere mescolando a fiamma medio/bassa fino al raggiungimento della consistenza desiderata. Appena spento aggiungere un pizzico di noce moscata ed aggiustare di sale.

Adesso occorre solo assemblare il tutto! Portare ad ebollizione l’acqua  e far cuocere la pasta al dente (io l’ho scolata 1 minuto prima). Scolare e condire con il sugo.

Oliare una teglia (io in pyrex) e aggiungere la pasta condita con il sugo. Versare sopra qualche cucchiaiata di besciamella e qualche cubetto di mozzarella di riso, poi aggiungere la pasta rimanente e versare sopra ancora la  besciamella e la mozzarisella. Prima di infornare spolverare sopra un po’ di lievito alimentare in scaglie (darà il sapore un po’ formaggioso del parmigiano) e poco pangrattato per creare la doratura croccante.

Infornare a 200 gradi nel forno già caldo con calore statico sia sopra che sotto per 15 minuti (io ho fatto metà dose e ho usato il fornetto DeLonghi), poi altri 5 minuti di grill.
Togliere dal forno e far riposare per 5 minuti prima di servire.

Se la provate fatemi sapere…
Non vi deluderà, noi ci siamo leccati i baffi!!!

Ciambelline soffici vegan

Questa ricetta tratta da un recente numero di Vegan Life era per mini plumcake ma devo dire che anche in versione ciambelline é davvero buonissima e rallegra la colazione!
É una ricetta velocissima….provare per credere…

Ingredienti:

150 gr zucchero di canna

300 gr  farina 00 (io 0)

150 gr yogurt di soia

150 gr bevanda di soia

15 gr Semi di chia

1/2 bustina di lievito

100 gr olio di mais

Per la versione al cacao aggiungere:

2 cucchiaini di zucchero

2/3cucchiai di cacao amaro

1tazzina di latte vegetale

Accendere il forno a 180 gradi.

Mescolare gli ingredienti e riempire gli stampini di carta o di silicone.

Cuocere per 15/20 minuti.

Servire con un filo di malto d’orzo o con zucchero a velo spolverate sopra.

Porridge di avena con frutta di Colin Campbell

Avevo spesso sentito parlare del porridge ma non avevo mai avuto il coraggio di farlo, poi iniziando ad avere l’esigenza di colazioni meno dolci mi sono cimentata in questa facilissima ricetta ed ho scoperto un mondo!

É una ricetta molto semplice e veloce, ed essendo calda é un’ottima colazione invernale.

La ricetta é della famiglia Campbell (The China Study), io in questo caso ho aggiunto un pizzico di cannella e devo dire che ci sta benissimo!!!

Ingredienti per 1 persona (abbondanti):

250 ml di acqua (io 200)
100 gr di fiocchi d’avena tradizionali (io 65)
40 gr di uvetta (io 20)
50 gr di mirtilli
75 gr di fragole tagliate a pezzetti
1 kiwi tagliato a fettine
1/2 banana tagliata a pezzetti
1/2 cucchiaino di sciroppo d’acero
1/2 cucchiaino di farina di semi di lino (facoltativo)
1 cucchiaino di noci (facoltativo)

Portare ad ebollizione l’acqua, aggiungere l’aveva e l’uvetta e mescolare. Cuocere fino a far addensare tutto (2-3 minuti).
Aggiungere gli altri ingredienti, poi versare in una ciotola e gustare, eventualmente aggiungendo poco latte vegetale .

Si può sostituire il tipo di frutta in base alle proprie preferenze, in questo caso ho scelto uva, mandorle ed un pizzico di cannella.

Gaufres di avena senza burro

Waffle, goffre o ferratelle… questo é il dilemma!!!

Queste gaufres non hanno nulla da invidiare a quelli pieni di burro e sono golosissimi!!!
Ingredienti per 3 persone:

1 uovo
100 gr di farina 0
50 gr farina di avena
1/2 bustina di lievito in polvere
1/2 cucchiaio di zucchero
1 pizzico di sale integrale
20 cl di latte

Sbattere l’uovo e poi aggiungere uno alla volta gli altri ingredienti sbattendoli con la frusta.
Senza bisogno di far riposare il composto iniziare subito a cuocere i gofre nell’apposito stampo.
Accompagnare con sciroppo d’acero, marmellata o cioccolato.

Pesto di zucchine

Il pesto è il classico salvapranzo di casa mia… io a volte lo congelo anche in piccoli contenitori per avere la dose per due persone, così si scongela con un po’ di acqua di cottura della pasta anche sul momento mentre cuoce la pasta. Questa ricetta è della fantastica proprietaria del blog la cucina della capra ed é così semplice e veloce che si può anche preparare sul momento! Ottima variante del classico pesto, assolutamente da provare!

Ingredienti per 2/3 persone:

una grossa zucchina chiara

una manciata di foglie di basilico fresche

2 cucchiai di mandorle

un cucchiaio di lievito alimentare in scaglie

uno spicchio di aglio

4 cucchiai di olio evo

sale

pepe

Procedimento: pulite la zucchina e tagliatela a pezzi, mettetela nel bicchiere del frullatore  a immersione assieme agli altri ingredienti e riducete ad una crema. Usate il pesto appena fatto per condire la pasta o per panini e tramezzini. Buon appetito!

Champignon ripieni

Quanto amo i funghi!!! Questa ricetta è veramente sfiziosa ed é tratta dal numero di giugno 2016 di Vegetariani in cucina.

Ingredienti per 3 persone:

6 funghi champignon grandi
1 carota
1 cipolla bianca
1/4 di peperone
1 spicchio d’aglio
1/2 bicchiere di vino bianco
2 fettine di formaggio grattugiato (io mozzarella di riso tagliata a dadini)
Olio evo, sale e pepe

Staccare il gambo dei funghi dal cappello e poi pulire questi ultimi con un foglio di scottex umido. Metterli quindi in una teglia unta con olio e con poco vino, poi prendere i gambi e togliere la parte terrosa. Tagliare a dadini i gambi insieme ad uno spicchio d’aglio, una carota, una cipolla e 1/4 di peperone rosso. Scaldare una padella con un filo d’olio e cuocere il composto. Aggiustare di sale e pepe.

Salare l’interno dei cappelli e poi riempirli con il composto preparato. Infornare per 30 minuti a 180 gradi. Aggiungere la mozzarisella tagliata a dadini e infornare per altri 5 minuti.

Muffin salati peperoni e olive

Come non amare anche i muffin salati? Per un antipasto sfizioso non c’è nulla di meglio!

Ingredienti:

​1 uovo 
1 peperone rosso
20 grammi di olio evo 
120 grammi di farina di riso 
latte di avena qb (circa un bicchiere)
1 bustina di lievito per salati
sale, pepe qb.

Tagliare i peperoni a cubetti e dorarli in padella con sale pepe e olio. Poi amalgamare i cubetti di peperone con le uova sbattute, il latte e l’olio. Aggiungere la farina di riso, il lievito e il latte quanto basta oer rebdere omogeneo e fluido. Aggiungere le olive snocciolate e spezzettare ed infornare per curca 20 minuti a 180 gradi.

Hummus di peperoni

É stato amore a prima lettura appena ho visto questo hummus di Ribes e Cannella, e devo dire che il palato ha confermato pienamente!

Ingredienti per l’hummus:

200 g di ceci cotti
2 peperoni rossi arrostiti e pelati (io 1 rosso e 1 giallo)
1-2 spicchi d’aglio arrostito (facoltativo, io l’ho omesso)
1 cucchiaio abbondante di tahina
succo di mezzo limone
origano secco
2 cucchiai olio evo
sale

Frullare in un contenitore alto gli ingredienti, regolare di sale e a piacere aggiungere l’origano e l’olio.

Frullare gli ingredienti fino ad ottenere una crema omogenea. Servire con del pane tostato, crackers o verdure crude.

Torta tiramisù vegan all’amaretto di Paola Maugeri

Questa ricetta è presa del libro “Las Vegans” di Paola Maugeri. A volte il libro é poco chiaro sulle quantità degli ingredienti ma comunque le ricette sono interessanti ed escono molto bene.

Questa ricetta ad esempio é stata apprezzata da tutti a ferragosto, é leggera ma davvero golosa!

Ingredienti:
Per la torta pan di Spagna:

300 gr di farina semi integrale (io farina 0)
300 gr malto di riso (io zucchero di canna)
200 gr circa di yogurt di soia al naturale (io 250 gr)
50/60 gr di olio di semi di girasole deodorato
2 bustine di lievito
Buccia di un limone bio
Mezzo cucchiaino di vaniglia in polvere
Un pizzico di sale marino integrale

(Opzionale: Se serve aggiungere latte di avena per rendere sufficentememte liquido il composto).

Per la farcitura:

Caffè d’orzo o yannoh 
Liquore all’amaretto o al caffè
Panna di soia vegan da montare
10 biscotti all’amaretto vegan tritati
Cacao amaro

Mescolare in una ciotola gli ingredienti solidi e in un altra quelli liquidi, poi unirli insieme.

Mettere il composto in una teglia di circa 26 cm di diametro e infornare per 35 minuti circa.

Preparare il caffè d’orzo e farlo raffreddare, aggiungere poi il liquore a piacere.

Montare con la frusta la panna di soia, poi aggiungere gli amaretti tritati.

Tagliare a metà il pan di spagna freddo, bagmarlo con il caffè d’orzo e fare un primo strato di farciutura di crema, poi mettere sopra l’altro disco, bagnarlo con il caffè e finire con la restante farcitura alla panna. Spolverare sopra il cacao amaro e far raffreddare in frigo per qualche ora, ancora meglio se si mangia il giorno dopo perché é ancora più buono! 

Pasta al pesto trapanese

Ingredienti per 4 persone:
400 gr di pasta (io fusilli integrali)
Un mazzetto di basilico
15/20 pachino (o 6 pomodori maturi)
100 gr mandorle
1 spicchio di aglio senza anima

Metrere a bollire l’acqua, lavare i pachino e fare su ciascuno una croce sulla pelle, poi sbollentarli per 2 minuti.

Scolarli con un mestolo e versarli in un recipiente pieno di acqua fredda.

Aggiungere la pasta nell’acqua e farla cuocere, intanto spillare i pachino e tagliarli a cubetti.

Tritare con il mixer le foglie di basilico insieme al sale, le mandorle e un po’ di acqua di cottura. Aggiungere l’olio e i pomodori tagliati a pezzetti. Aggiungere eventualmente un altro po’ di acqua di cottura, scolare la pasta e condirlo con il pesto.